Blog Archives

Il mercato immobiliare nel 2024

Cosa prevedono gli analisti?

Ciao sono Massimo Onofri, Agente Immobiliare dell’agenzia Immobiliare TiCambioCasa a Roma e ti do il benvenuto sul mio blog.

Ti segnalo che questo articolo è estratto da uno dei video presenti sul mio canale Youtube (al quale ti consiglio di Iscriverti ORA) e quindi se non vuoi leggerlo puoi vederlo o ascoltarlo direttamente lì.

In questo nuovo video, il primo del 2024 ( auguri quindi a tutti quelli che leggeranno questo post di uno splendido 2024 ) parliamo proprio dell’anno appena cominciato, cercando di capire quelle che sono le tendenze, cosa stanno prevedendo gli esperti riguardo all’andamento del mercato immobiliare per il 2024 e che cosa possiamo aspettarci.

Quale elemento valutare per poter capire il Trend del mercato immobiliare nel 2024?

Quest’anno partiamo da scenari immobiliari e nomisma che sono entrambe concordi nel dire che ci sarà un anno che confermerà un numero di compravendite minore con un conseguente numero inferiore di mutui erogati.

Tuttavia, il valore dei prezzi degli immobili si manterrà stabile con lievi incrementi nell’ordine di 0 virgola qualcosa o di 1 o 2 punti percentuale in più rispetto ai valori dello scorso anno.

Questa è la previsione che stanno facendo, che viene confermata da alcuni gruppi immobiliari molto grandi, per quanto concerne gli acquisti e le vendite degli immobili.

Per quanto riguarda gli affitti (scopri qui gli immobili in affitto su TiCambioCasa) il mercato si prevede che si mantenga molto positivo, data la scarsità di immobili in locazione, con la possibilità che aumentino ancora i canoni.

Come già segnalato in altre occasioni questo aumento potrebbe verificarsi, con la fine dell’anno accademico in corso e con l’inizio del nuovo, vista la forte emergenza sociale, che potrebbe andare a influire in maniera importante sul mercato immobiliare.

Questo è stato già un problema molto importante lo scorso anno e potrebbe ritornare, con maggior forza, quest’anno.

Ma cosa prevedono gli analisti per il mercato immobiliare?

Tutti quanti sono in attesa della mossa della BCE (Banca Centrale Europea) in merito alla diminuzione prevista dei tassi d’interesse, azione già fatta dalla FED (Federal Reserve System) Americana alla fine dell’anno scorso, dove l’Unione Europea tramite la BCE ha deciso di mantenere stabili i tassi di interesse.

Tutti si aspettano, e pensano che sia normale, che si verificherà un abbassamento del tasso d’interesse che dovrebbe portare una nuova vitalità al mercato immobiliare.

In realtà questo non lo sappiamo, non ne abbiamo certezza

Sembra che tutti siano concordi nel dire che sarà una direzione che verrà sicuramente intrapresa dalla BCE però non è detto che questo influenzerà in maniera importante un mercato che, tutto sommato, continua a vedere la disponibilità di meno immobili in vendita, un numero minore di immobili come nuove costruzioni, tutte le difficoltà legate alla ristrutturazione (reperimento materiali e imprese) e anche alcune problematiche che cominceranno da quest’anno, legate agli immobili che sono stati oggetto di intervento del super bonus.

Gli immobili che hanno usufruito del superbonus avranno alcune imposte che dovranno pagare, ma ragioneremo su questo in un prossimo video che farò a breve.

La sensazione di ciò che succederà

Tieni quindi presente che tutti questi elementi sono incognite, la sensazione che continuiamo ad avere invece, data dall’esperienza sul campo, è che ci troviamo in un mercato immobiliare molto selettivo, dove alcuni immobili hanno molta più difficoltà rispetto ad altri, quelli meno appetibili, per molti motivi.

Ma è un argomento che affronteremo nel dettaglio nei prossimi video e qui sul blog.

Nei prossimi video, oltre a questo, ti informerò di quelli che sono gli andamenti dei vari quartieri di Roma, quartiere per quartiere, cercando di capire un po’ le tendenze. Troverai quindi alcuni video dedicati, in particolare, alla città di Roma, dove andremo a vedere quelle che sono le tendenze scoprendo che in alcune zone si sta andando molto bene e in altre molto meno.

Ti invito quindi ad iscrivervi al mio canale Youtube per rimanere sempre aggiornato sui nuovi video.

Ti ricordo che sono a tua disposizione per qualsiasi tipo di consulenza, se vuoi vendere o comprare casa a Roma o in provincia, puoi contattarmi tranquillamente qui o tramite il sito della TiCambioCasa, Agenzia immobiliare a Roma.

Comprare casa a Roma: Rent to Buy vs Help to Buy. Qual è la scelta giusta per te?

Se stai cercando di comprare casa a Roma, è probabile che tu abbia sentito parlare di due opzioni popolari: il contratto di tipo Rent to Buy e quello di tipo Help to Buy.

Se invece stai cercando di vendere casa leggi qui una breve guida per farlo nel migliore dei modi

Entrambe le soluzioni offrono opportunità interessanti, ma è importante capire le differenze tra i due per fare la scelta migliore in base alle tue esigenze e alle tue finanze.

Rent to Buy: La Via Graduale al comprare casa a Roma

Il contratto immobiliare Rent to Buy, o Affitto con Riscatto, è un contratto che consente di affittare una proprietà con l’opzione di acquistarla in seguito ad un certo periodo di tempo, di solito dai 2 ai 5 anni.

Questa opzione è particolarmente adatta per coloro che vogliono sperimentare la vita in un determinato quartiere prima di impegnarsi completamente nel comprare casa a Roma.

Uno dei principali vantaggi del Rent to Buy è la flessibilità finanziaria che offre.

Non è richiesto un grande investimento iniziale, e una parte dell’affitto può essere accreditata sull’importo di acquisto finale.

Questo significa che stai costruendo un fondo per l’acquisto mentre vivi nella casa.

E’ comunque importante notare che il prezzo di acquisto potrebbe essere fissato al momento della firma del contratto o potrebbe essere determinato in seguito, a seconda degli accordi specifici.

Questo potrebbe comportare un rischio in termini di valore di mercato.

Help to Buy: L’Opzione di acquisto casa per i primi acquirenti

La tipologia immobiliare Help to Buy, d’altra parte, è un programma di assistenza governativa progettato per aiutare i primi acquirenti ad acquistare il loro primo immobile.

Questo programma offre un prestito agevolato che copre una parte del costo della casa, consentendo ai compratori di versare un acconto inferiore rispetto a quanto richiesto normalmente.

Una delle principali attrattive di Help to Buy è la possibilità di accedere a tassi di interesse più favorevoli rispetto ai prestiti tradizionali.

Questo rende l’acquisto di una casa più accessibile per coloro che potrebbero non avere risorse finanziarie significative.

E’ importante notare che l’Help to Buy è destinato principalmente ai primi acquirenti e ha limiti di reddito e di valore della proprietà.

Inoltre, il programma può variare in base al paese o alla regione.

Qual è la scelta migliore per te?

La decisione tra Rent to Buy e Help to Buy dipende dalle tue circostanze personali e dai tuoi obiettivi finanziari.

Se desideri esplorare una proprietà prima di impegnarti all’acquisto e hai la flessibilità finanziaria a breve termine, il Rent to Buy potrebbe essere la scelta giusta.

D’altra parte, se sei un primo acquirente e hai bisogno di un aiuto finanziario per superare l’acconto iniziale, l’Help to Buy potrebbe essere la soluzione ideale.

Per maggiori informazioni e per vedere gli immobili disponibili nella città di Roma e πrovincia visita il sito della mia Agenzia Immobiliare Ti Cambio Casa.